Poesia

Spingimi fuori da qui

Spingimi fuori da qui, sigilli vecchie parole, vane
attese di paura determinano la mia pelle.
Non piego la testa a questo mondo,
guardarlo spegnersi e la luce fioca.
Tintinnio acre, punge il viso, incavo è velenoso.
Buio intorno, favole che bruciano le magie bambine,
bambini insieme, bambini mai: schizzi di polvere.
Basso profondo lampi dagli occhi
Incespico dettagli , dettagliate ombre
angoli imperfetti, una strada bianca, una rosa gialla.
Qualora andasse così, non andasse più così.
Spingimi fuori da qui, sentiti perso.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *