Poesia

Se ti avvicini

 

Non ti avvicinare troppo o sarai punta

da quella che chiamano sensibilità

una strana forma di affetto che spesso si tramuta in insicurezza.

Non ti avvicinare troppo, dicevano

ma seguire l’istinto è così forte, è magia

che proprio non puoi tenerti legata alla parete.

Che cosa ti avevo detto? Si, avevi ragione, mi sono tuffata

ho sbattuto la mente a terra, l’affetto si sgretola ma ancora si ricompone.

Non ti avvicinare troppo o sarai delusa

dai mille petali che hai abbracciato

una sera in inverno e un pomeriggio in primavera.

Era freddo e così caldo allo stesso tempo ma

io ti avevo detto di non avvicinarti troppo, perché le parole si coprono

sotto cumuli di neve, i petali si spezzano e no, quelli non si ricompongono più.

Non ti avvicinare troppo o sarai punta

Ma che senso ha darsi dei limiti se in fondo tutto è un limite di se stesso

E io mi sento bene a tuffarmi e a sbattere la mente,

e io mi sento io, a essere così?

Non ti avvicinare troppo o sarai – cosa? –

Sarò me stessa, a costo di cadere e non rialzarmi.

4 thoughts on “Se ti avvicini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *